NEWSLETTER
Per fare affari sul web
clicca qui é gratis!!

ricerca
+Segnala sito nel nostro motore di ricerca    +Modifica sito
TERRITORIO

Amministrazione

Cultura

Economia

Eventi

Gastronomia

Hotel alloggi appartamenti

Trasporti

Turismo

HOME >> TERRITORIO

Storia, Arte e Cultura del Trentino Alto Adige Trentino Alto Adige: Storia, Arte e Ceppi Linguistici
Storia, Arte e Cultura del Trentino Alto Adige
Una Regione a Statuto Speciale come il Trentino Alto Adige nasconde una storia affascinante e intensa. Una storia che spiega i diversi ceppi linguistici presenti in queste terre. Trentino Imprese prova ad approfondire questi temi, analizzando anche le enormi risorse culturali della regione.

Link sponsorizzati

Storia del Trentino Alto Adige
Fino al 1919 il Trentino-Alto Adige fece parte dell'Impero Austro-Ungarico. La Regione aveva istituito infatti un unicum amministrativo con la sua parte settentrionale. Gli urti che si svilupparono in Italia durante il corso del XIX secolo fiorirono nell'annessione della regione all'Italia. Al termine della prima guerra mondiale, il Trattato di Saint Germain del 1919 assegnò la regione al Regno d'Italia. Dopo la fine della Grande Guerra il governo fascista inseguì una politica di assorbimento delle minoranze di lingua tedesca. I comuni ladini furono smembrati dal contesto regionale ed accorpati alla provincia veneta di Belluno. Nel 1939 la maggioranza dei residenti altoatesini si dichiarò favorevole ad emigrare verso i territori del Terzo Reich. A seguito dell'armistizio firmato dall'Italia con gli alleati, la regione venne annessa al Terzo Reich. Dal 1943 al 1945 venne ristabilita l'integrità territoriale tirolese che era stata spaccata nel 1918. Dopo la fine del secondo conflitto mondiale al Trentino-Alto Adige venne riconosciuta un'autonomia speciale. Inizialmente l'autonomia era prevista solo per l'Alto Adige, ma De Gasperi la allargò ai suoi conterranei, concependo la Regione Autonoma Trentino-Alto Adige. L'autonomia speciale della Regione risale al Trattato di Parigi che mise fine alla seconda guerra mondiale. A seguito di nuove trattative tra Italia e Austria fu siglato il cosiddetto Pacchetto e nel 1972 entrò in vigore il nuovo Statuto regionale.

PER APPROFONDIRE
Arcidiocesi del Trentino
Briciole dal Trentino
Storia del Trentino

Gruppi linguistici del Trentino Alto Adige
In Trentino Alto Adige sono presenti tre gruppi linguistici. Il Trentino è quasi completamente italofono, con comunità storiche germanofone, mentre l'Alto Adige è a maggioranza germanofona, con una forte minoranza italofona. E’ presente poi la minoranza linguistica dei Ladini. La Ladinia comprende 5 vallate: Val Gardena, Val Badia, Val di Fassa, Livinallongo del Col di Lana e Ampezzo (ogni vallata possiede la propria variante ladina). Si è pensato di creare una lingua standard sul modello del romancio nel Cantone svizzero dei Grigioni. Spesso i media italiani parlano di "Trentino" riferendosi alla regione, anche se si tratta di avvenimenti accaduti in Alto Adige. In realtà sarebbe giusto verificare a quale dei due territori ci si sta riferendo. Per gli abitanti e ciò che è del Trentino si deve usare l'aggettivo o il sostantivo trentino mentre per gli abitanti e ciò che è dell'Alto Adige si deve usare o altoatesino o sudtirolese. L'inserimento della regione nell'area storico-geografica delle Tre Venezie, era una mossa attuata dal fascismo per rendere la regione più unita e per rendere più italiana la provincia di Bolzano.

PER APPROFONDIRE
Catalogo Bibliografico del Trentino
Lingue in Trentino
Diritto alla Lingua in Sud Tirolo

L’Arte e la Cultura del Trentino Alto Adige
Trento vanta molteplici strutture museali e diversi spazi espositivi. Presso gli ambienti del Castello del Buonconsiglio sono state organizzate le collezioni artistiche provinciali. Importanti le sezioni di arte medievale e moderna. Da sottolineare l’importanza di certi materiali archeologici e una raccolta numismatica. Il Palazzo delle Albere ospita la porzione trentina del Museo d'arte moderna e contemporanea di Trento e Rovereto. Il Museo tridentino di scienze naturali ha sede in Palazzo Sardagna e presenta una serie di esposizioni sulle scienze naturali e sul paesaggio naturale. Altro Museo molto rilevante è quello della S.A.T., dedicato alla storia della Società degli Alpinisti Tridentini (ubicato presso il primo piano del palazzo della SAT di via Manci). Dedicato alla storia è il Museo Storico in Trento, che conserva un'ampia raccolta bibliografica e archivistica. Il Museo Diocesano Tridentino ha sede in Piazza Duomo, presso Palazzo Pretorio. Raccoglie il patrimonio di arte sacra dell'Arcidiocesi di Trento. La collina del Doss Trento ospita il Museo Nazionale Storico degli Alpini, realizzato presso un ex polveriera austriaca. Vicino l'aeroporto di Trento è stato preparato il Museo Gianni Caproni (aeronautica scienza e innovazione). L'importante Spazio Archeologico Sotterraneo del Sas è un'ampia area archeologica che ha portato alla luce abitazioni, edifici pubblici e infrastrutture della Tridentum romana. Trento vanta poi la presenza di centri di istruzione e di ricerca scientifica all'avanguardia quali come l’Università di Trento (fondata nel 1962 come Istituto universitario superiore di scienze sociali) e l’Istituto Trentino di Cultura (ente fondato nel 1962 che si occupa di ricerca sia in campo umanistico che scientifico-tecnologico).

PER APPROFONDIRE
Trentino Cultura
Chiesa Evangelica di Trento
Artisti della Val badia

Link sponsorizzati

Copyright © 2008-2015 Vietato riprodurre i contenuti senza autorizzazione. | Chi siamo | Assistenza | Disclaimer | Informazioni sulla privacy | Dati societari art. 42 Legge 88/2009